Come vendere cosmetici online: guida pratica

Come vendere cosmetici online: guida pratica 900 900 admin

Sono molti i punti di partenza per chi decide di vendere cosmetici online. Magari hai una spiccata passione per il settore e vorresti metterla a frutto. Oppure gestisti un’azienda di cosmetici e cerchi un salto di qualità (e di quantità) che dia maggior respiro al tuo business. Qualsiasi sia la tua situazione è importante avviare un piano strategico preciso, che parte proprio dall’informazione. Sì, perché prima di preparare i tuoi migliori prodotti, realizzare un sito e investire tempo e risorse, è meglio vedere cosa fanno gli altri e quale spazio può esserci per la tua offerta. Vediamolo insieme!

Perché funziona la vendita di cosmetici online

La vendita di cosmetici online funziona perché in generale funzionano le vendite online. Sembra un gioco di parole, ma i numeri lo spiegano molto meglio. Dati di gennaio 2019 segnalano che in Italia gli utenti di internet sono il 92% della popolazione, quasi 55 milioni di persone e di questi ben 35 milioni sono anche utilizzatori attivi dei social. Il tempo trascorso su internet è di più di 6 ore al giorno per individuo. Una bella vetrina, no? Tra i vantaggi specifici del vendere i cosmetici online c’è il costo che non spaventa il cliente finale (non è un acquisto importante come un automobile) e in molti casi le dimensioni ridotte, che significano costi di spedizioni ridotti.

Conoscere i trend del mercato cosmetico online

Se sei un appassionato del settore sarai già molto informato, ma non basta. Trasforma il momento dell’informazione in un vero e proprio studio. Segna i nomi delle aziende o delle tipologie di marchi che possono avere qualcosa in comune con il tuo, stila un elenco dei blogger più seguiti, controlla i prodotti dei concorrenti e le loro modalità di vendita. Controlla anche Google Trends, il motore che ti dà i dati delle ricerche. Per esempio inserendo “ciglia finte” scopri i periodi dell’anno in cui sono più ricercate, ma anche le richieste associate, che possono far nascere nuove idee. La quinta ricerca collegata è per esempio “Come si mettono le ciglia finte”. Questo potrebbe darti lo spunto di vendere ciglia finte molto più facili da indossare, oppure ciglia finte con una guida pratica all’utilizzo.

Trovare uno spazio per i propri cosmetici

Per chi fa l’imprenditore, un prodotto amato è quasi come un figlio. Non si accettano paragoni! Invece è proprio quello che devi fare. Fai una ricerca, come se volessi comprare il prodotto che proponi tu. Più il prodotto è generico, più concorrenti dovrai controllare. È diverso per esempio proporre un mascara – con migliaia di concorrenti – o uno shampoo solido, che è ancora una novità. In entrambi i casi controlla i risultati di ricerca e considera con sincerità la situazione: Il tuo prodotto è davvero migliore? Ha una caratteristica specifica non ancora considerata dalla maggioranza dei concorrenti? Può esserci spazio? Lo stai vendendo a un prezzo troppo alto o troppo basso rispetto agli altri?

Creare il negozio di cosmetici online

Oggi esistono piattaforme che consentono di tagliare i tempi necessari per l’apertura e anche parte dei costi. Per esempio la piattaforma Shopify è uno degli spazi più utilizzati a livello internazionale per le attività di vendita online, anche ai primi passi. Al suo interno trovi la guida non solo alla creazione del tuo “negozio” online, ma anche alla scelta del brand e del tema grafico. Questo meccanismo consente tempi e costi di start up molto inferiori e che puoi realizzare anche senza particolare esperienza. Questa scelta ha ovviamente un secondo lato della medaglia: il minore controllo e il fee sulle vendite richiesto dalla piattaforma. Nella vendita diretta sarai invece tu a doverti occupare di tutte le attività, al tempo stesso potendo controllare i prezzi dei tuoi cosmetici e ovviamente i guadagni

Rendere irresistibili i tuoi prodotti beauty: il packaging

Abbiamo parlato della concorrenza, purtroppo non la possiamo scordare. Per questo vale la pena di investire del tempo per presentare i tuoi prodotti al meglio, fino a renderli irresistibili. La prima immagine che offri al pubblico è quella del packaging esterno. Dedica del tempo a studiare la gamma dei colori solitamente utilizzata in quel settore, decidi se seguire l’onda o puntare all’originalità, scegli accuratamente i materiali per realizzare il packaging, lavora al progetto grafico senza accontentarti della prima soluzione. Una confezione ha pochi istanti per convincere l’acquirente indeciso e nei settori come il beauty, può fare un’enorme differenza! Per impostare il lavoro puoi facilitarti con un trucco delle scuole di grafica. Redigi una scheda raccontando la personalità del tuo prodotto: a quali marche si ispira (non solo di cosmetici, ma anche di vestiario), quali personaggi famosi potrebbero essere i testimonial, quale atmosfera vuole creare nella mente del consumatore. Pensa in grande, cerca spunti interessanti di packaging in rete e non porti limiti. Infine, realizza il progetto grafico da solo esclusivamente se hai queste competenze a livello professionale. Un packaging improvvisato descrive un prodotto di scarsa qualità e non rende giustizia ai tuoi sforzi.

Rendere irresistibili i tuoi prodotti beauty: le foto

“Oggi si può fare tutto con il telefonino”. Certo, ma dipende sempre a che livello vuoi presentare il tuo prodotto. Se voglio creare un’atmosfera invitante, evocativa di un’emozione e di una certa qualità, la scelta sicura è la fotografia professionale. Guarda il risultato di uno scatto di cosmetici professionale e confrontalo con quello che pensi di utilizzare. Se tu fossi il cliente finale, quale compreresti? Può sembrare un percorso impegnativo ed è proprio così. Un’attività di e-commerce non si improvvisa e offre il successo nella vendita dei cosmetici solo a chi pensa a ogni dettaglio

La promozione del tuo negozio di cosmetici online

Il web è un universo gigantesco, come fare in modo che i potenziali clienti si riversino proprio sulla tua pagina? Fondamentale promuovere il tuo sito sia offline, se hai un punto vendita fisico, sia online, utilizzando la forza dei social media. Ma questa è un’altra storia, che merita un discorso più approfondito. Stay tuned!