Strategie di marketing vincenti per vendere cosmetici online

Strategie di marketing vincenti per vendere cosmetici online 900 900 admin

Per avere successo nella vendita dei cosmetici online è fondamentale pensare fin dall’inizio a una strategia completa che tenga conto di numerosi aspetti. Anni fa la strategia di marketing partiva da 4 P: prodotto, prezzo, promozione, posto. Abbiamo già parlato del prodotto in un altro articolo, hai deciso il prezzo, sei pronto a realizzare delle promozioni, sai già che il posto è la rete. Ma questo è solo l’inizio del marketing. Oggi le strategie sono molto più numerose e contemplano aspetti che un tempo non erano neppure pensabili. Sei pronto? Partiamo.

Partiamo con il marketing per la cosmetica

La brand identity: la carta d’identità del tuo marchio

Pensa ai tuoi prodotti preferiti: hanno tutti un’identità precisa, quasi una personalità, che conferisce loro un fascino speciale. Per arrivare a questo risultato ci sono alcune tappe fondamentali. Prima di tutto il nome, che deve essere evocativo della sua promessa. È una linea che parla di natura? Di brillare come una star? Di essere sempre perfettamente curata? Parti da queste semplici domande e ovviamente controlla prima la concorrenza, semplicemente con una ricerca su Google. Una volta deciso il naming, tutto dovrà essere coerente. Il packaging è una delle tappe più importanti, guarda alcuni esempi di packaging realizzato con una strategia e comincia a pensare come potrebbe essere quello del tuo prodotto. Altrettanto coerente dovrà essere il tono. Se vendi una linea per giovanissime, userai un tono confidenziale, scanzonato, dando del tu al consumatore.

Il concept strategico: la frase ispirante per le vendite beauty

Ora che hai in mente tanti aspetti del tuo brand pensa se ti offrissero la possibilità di presentarlo al mondo intero, ma con una sola frase, un claim. Questo è il concetto strategico che sta alla base di tutte le azioni che farai dopo. Rifletti sulla personalità dei tuoi prodotti e soprattutto sulle persone a cui sono dedicati e tieni questa frase come linea guida per tutte le tue scelte di comunicazione e di marketing.

La strategia della verità per vendere cosmetici

La rete è un luogo aperto, in cui le persone esprimono il loro parere e lasciano recensioni continuamente. Per questo non pagano le false promesse e funzionano le informazioni corrette. Non aver paura di dilungarti. Chi acquista online non può toccare con mano il prodotto ed è quindi contento di leggere lunghe descrizioni, l’importante è che siano ben organizzate. Parti con il vantaggio principale, per esempio “aumenta l’idratazione del 30% in 7 giorni”. E poi spiega quali ingredienti consentono questo risultato. Racconta anche le modalità di utilizzo e la piacevolezza della texture o del profumo. In ultimo, quando la persona può avere un momento di indecisione, aggiungi una frase sulla sicurezza, per esempio “non contiene parabeni, può essere utilizzato da tutta la famiglia”. Se le informazioni sono corrette e complete hai già fatto un ottimo lavoro.

E-commerce di cosmetica

Tra i primi consigli c’è sicuramente quello di aprire un e-commerce di tua proprietà e da te controllato. Così facendo riuscirai a garantirti un pieno guadagno, tutti i giorni e per tutto l’anno. Attraverso delle commissioni potrai anche scegliere di ampliare la tua vendita all’estero, riuscendo ad implementare ulteriormente le tue entrate mensili. Al giorno d’oggi l’acquisto online è sempre più di tendenza ed è anche un’ottima strategia comunicativa.

Punti-vendita

Oltre che la vendita online, il sistema di Reselling (punti vendita fisici) è una delle tecniche più d’avanguardia e più sperimentate da sempre. Pensa ad esempio a quante farmacie, erboristerie o altri negozi fanno da ponte tra brand e clienti di prodotti per l’estetica. In questo caso il consiglio è quello di essere bravo a decidere delle adeguate condizioni di prezzo.

Anche E-Bay, Amazon ed altri portali presenti sul web sono un’ottima vetrina per pubblicizzare i propri prodotti, oltre che per venderli. Per risparmiare basterà creare degli annunci accattivanti, curare adeguatamente le foto da inserire, proporre dei prezzi competitivi con quelli dei competitors e dedicare una massima attenzione nel gestire feedback e domande dei tuoi clienti.

Content is the king. Anche per vendere prodotti beauty

Chi acquista cosmetici e ama il settore beauty probabilmente leggerà molti articoli sul tema e avrà un interesse continuo per questo argomento. Arricchisci la tua pagina di vendita con contenuti inerenti e scegli forme diverse per farlo. I video sono la forma di contenuto preferita dagli utenti e non serve realizzare filmati complessi. Puoi girare un tutorial in cui si mostra l’utilizzo, oppure un video in cui si presentano gli ingredienti del tuo prodotto, o ancora un video con 3 persone che utilizzano il prodotto in maniera diversa. Uno dei contenuti più amati è il “prima e dopo”. Quando l’azione del prodotto lo consente è interessante mostrare l’effetto del prodotto.

SEO: blog per aumentare visite sul sito

Un altro strumento che non dovrebbe mancare è anche il blog. Questo è senz’altro una risorsa preziosissima per aumentare il traffico sul tuo sito professionale o sul tuo e-commerce. Il blog aumenta, quindi, le possibilità d’acquisto e offre la possibilità di condividere notizie, iniziative, storie e altre curiosità sui tuoi prodotti di cosmetica. Parliamo di uno strumento che aiuta ad intercettare nuovo pubblico e, attraverso questo investimento duraturo nel tempo, otterrai senz’altro anche nuovi acquirenti.

Campagne a pagamento Ads

Per quanto riguarda le campagne Google Ads (ex-AdWords) si tratta di una funzionalità messa a punto da Google che consente la promozione dei prodotti attraverso degli annunci sponsorizzati a pagamento. Se il tuo brand sta muovendo i primi passi questo è sicuramente un ausilio indispensabile per essere trovato con facilità sul motore di ricerca di Google.

Content Beauty marketing per il tuo blog

Il Content marketing è quella branca del marketing che unisce tutte le tecniche utili a creare e condividere dei contenuti visuali o testuali di valore sul tuo brand.

I punti salienti per creare un buon Content Beauty marketing per il tuo blog è quello di individuare un buisness case o una mission sui quali poter costruire l’intero piano.

Molto importante in questo punto è chiarire e differenziarsi dagli altri prodotti del mercato ed essere coerente nel seguire dettagliatamente il tuo piano di marketing.

Bisogna, poi, prendere in considerazione una specifica audience di riferimento e distinguerla in due categorie: quella degli stakeholder e quella del mercato di riferimento. Individua sempre una buyer persona, segmentando differenti bisogni e aspettative in base a delle specifiche condizioni socio-demografiche e rivolgiti sempre al tuo target di riferimento.

Una volta che avrai definito il piano e l’audience di riferimento potrai allora pensare al nodo cruciale: la storia.

Essa è il punto centrale del Content marketing in cui lo storytelling è indispensabile per coinvolgere l’audience di riferimento. Una storia non ha un piano narrativo univoco ma è molto importante che sia vincolata ad uno storytelling accattivante, che sia veicolata attraverso i giusti mezzi e che rispetti gli obiettivi del piano marketing nonché il piano editoriale scelto. Scegliere di affidarsi ad un Content strategist è sempre un’ottima scelta.

Questa figura, infatti, è uno specialista di contenuti ed è in grado di supervisionare la strategia di content marketing scelta, aiutandoti a raggiungere gli obiettivi aziendali, a far aumentare il traffico sul tuo blog, a farti acquisire link in entrata, a farti vedere un considerevole aumento delle conversazioni in rete o sui Social Network.

Un buon Content Beauty marketing deve sempre puntare all’esclusività dei contenuti. Per questo si può pensare di aggiungere dei video corporate, delle interviste a personalità di rilievo quali esperti, dipendenti, responsabili oppure creare degli appositi webinar all’interno del proprio blog. Un altro strumento importante è anche la veicolazione di immagini e testi sui Social Network (magari anche video tutorial), attraverso l’invio di newsletter e la creazione di case study.

Prospettiva e trend per l’industria della bellezza

Qualsiasi strategia di marketing deve sempre partire dalla solida base inerente ai trend che guidano il suo settore. Questo vale senz’altro anche per il settore beauty.

La tecnologia è sempre più parte della quotidianità e per questo motivo anche molti brand dell’industria della bellezza hanno cominciato ad introdurre sempre più dispositivi ad alta tecnologia in grado di introdurre la loro beauty care quotidiana attraverso strumenti intelligenti.

Parliamo dell’implementazione di intelligenze di realtà aumentata (AR) e realtà virtuale (VR) che sono sempre più alla base di molte esperienze tra gli utenti. Queste sono delle esperienze interattive a tutti gli effetti.

Un altro trend di mercato sempre più in voga è, poi, l’aumento considerevole della cura personale maschile. Ci riferiamo alla boy beuty e al makeup di genere neutro che hanno portato non poche aziende a creare dei prodotti specifici per la cura della bellezza maschile, affrontando la comunicazione del tema della mascolinità in modo differente e innovativo.
Per assecondare questo trend vari Social Media come YouTube o Instagram coprono dei ruoli sempre più fondamentali ed hanno permesso la creazione di molte conversazioni attorno a questo tema. Possiamo esemplificare con l’hashtag #menwhomask messo a punto dal brand Estée Lauder che accompagna fotografie di uomini che indossano i suoi prodotti. Tra le altre cose, questa azienda ha anche iniziato delle partnership con influencer maschili come Nick Bateman.
Ci sono poi brand come Calvin Klein, Asos, Clinique, Yves Saint Laurent, MAC, Tom Ford e Marc Jacobs che hanno anche lanciato dei prodotti di trucco neutro o prodotti di beauty care ad hoc.

Altri trend sono poi i cosmetici à la carte e i prodotti biologici.

Quando si parla di cosmetici à la carte si fa riferimento a nuove strategie messe a punto per soddisfare delle preferenze sempre più personalizzate. Ciò che fanno le aziende che decidono di puntare su questo trend, altro non è che coinvolgere i propri consumatori nel processo di ideazione e sviluppo del prodotto. Si creano dei veri e propri circuiti conversazionali sui Social Media in cui ci si scambia feedback ed opinioni su cui partono le ricerche di mercato.
Il trend dei prodotti di bellezza biologici, invece, segue la convinzione che i prodotti di bellezza devono arrivare dalla natura e non da un laboratorio in senso stretto. Questo trend sta seguendo tutte quelle preoccupazioni che girano intorno al tema della sostenibilità e che fino a poco tempo fa riguardavano solamente il settore alimentare.

Innovazione. La strategia marketing per vendere cosmetici

Il mondo beauty è in perenne movimento, alla ricerca di continue novità. Non perdere i trend del momento e per selezionarli guardati intorno a 360°. Oggi per esempio si parla molto di inclusione. Ti sembra un tema troppo serio? Niente affatto! Un rossetto presentato da una modella curvy, l’effetto dei tuoi ombretti su tutti i colori di pelle o il mascara presentato dalle lunghe ciglia di un ragazzo. E visto che sono sempre più numerosi gli uomini che amano prendersi cura di sé, perché scartare così tanti potenziali clienti? In fondo l’innovazione parte dal pensiero.

La forza dei social nella strategia beauty

Oggi è impensabile vendere online senza passare dai social media. I social da presidiare dipendono dalla tipologia del tuo pubblico, ma vista la vastità degli utenti, Instagram e Facebook sono praticamente irrinunciabili. Qualunque sia lo spazio che scegli, è importante mantenere la coerenza del tono, dei colori e della personalità, come in questi esempi di immagine coordinata sui social. Inoltre grazie ai social puoi costruire la brand reputation indispensabile per vendere cosmetici. Mantieni i tuoi profili sempre aggiornati, pubblica contenuti di qualità e coinvolgi gli utenti chiedendo recensioni o ponendo domande sulle loro esigenze. Quando ricevi un messaggio, rispondi il più velocemente possibile, soprattutto se è pubblico. Può succedere anche di ricevere un commento sgradevole o una critica. La mossa giusta in questo caso non è fare finta di nulla, ma affrontare con assoluta calma il discorso. Forse chi ha scritto non cambierà idea, ma la tua reazione colpirà positivamente gli altri utenti.

Influencer per la tua strategia di marketing beauty

Per vendere cosmetici online è possibile coinvolgere delle influencer. Non spaventarti, non esistono solo le famossime e irraggiungibili Chiara Ferragni o Veronica Ferraro. Esistono anche le micro influencer, che hanno un pubblico più ridotto ma molto interessante, soprattutto per un brand in crescita. Esplora la comunicazione di brand simili al tuo e vedrai facilmente esempi di micro influencer in particolare su Instagram.